Sabatini Ter Come FareCOSA SERVE SAPERE DELLA SABATINI TER

Le novità principali riguardano il nuovo iter di presentazione della domanda e la possibilità di scegliere tra la provvista CdP e quella autonoma delle banche. Per conoscere quali siano gli aspetti chiave della legge Sabatini vi invitiamo a leggere la nostra scheda, mentre troverete una simulazione di quanto è possibile risparmiare nella nostra news di Febbraio.

Le imprese che pianificheranno i propri investimenti attraverso la Legge Sabatini dovranno prestare attenzione ad alcuni vincoli nel processo di presentazione della domanda e dell’eventuale richiesta di erogazione dei contributi approvati.


IL NUOVO ITER

Vediamo il nuovo iter nei cinque passaggi che vanno dalla presentazione della domanda fino all’erogazione della prima quota di contributi e delle successive. Nel paragrafo successivo presenteremo nel dettaglio quali sono i vari moduli necessari e che l’impresa richiedente dovrà compilare e firmare.

1) La PMI presenta richiesta di finanziamento alla società di Leasing con la relativa domanda di contribuzione Sabatini (vedi allegato 1 – Modulo di domanda).
    La società di Leasing procede con le verifiche formali e fa richiesta al Ministero per prenotare le risorse previste.
    Il ministero nell’arco di 5 giorni risponde alla banca confermando o meno la disponibilità delle risorse richieste (le domnade vengono inviate tra il primo e il sento giorno del mese).

2) La società di Leasing procede con la normale istruttoria della pratica e in caso di delibera positiva la comunica alla PMI e al Ministero.

3) Il Mise emette la concessione delle agevolazioni.

4) PMI e società di Leasing firmano il contratto.
   Attraverso allegato 2 – Modulo dichiarazione investimento completato, la PMI comunica, entro 60 giorni, la firma del contratto di Leasing al Mise.

5) La PMI chiede l’erogazione della prima quota al Ministero.
   Tale domanda è da presentare attraverso l’allegato 3 – Modulo richiesta erogazione prima quota, entro 120 giorni dal completamento dell’investimento.
    Contestualmente deve essere spedito anche l’allegato 4 – Dichiarazione liberatoria fornitore.
    Per le quote successive la PMI dovrà inviare domanda (vedi allegato 5 – Modulo richiesta erogazione quote successive)
    tra i 12 e i 24 mesi dalla richiesta della prima quota.

Inoltre la PMI sarà tenuta a comunicare al ministero eventuali variazioni del beneficiario del bene o la nuova ubicazione dello stesso.

 Infografica Sabatini Ter

I DOCUMENTI PER LA DOMANDA

I Facsimile degli allegati sono disponibili al link
http://www.mise.gov.it/index.php/it/normativa/circolari-note-direttive-e-atti-di-indirizzo/2034296-circolare-direttoriale-23-marzo-2016-n-26673-beni-strumentali-sabatini-ter-termini-e-modalita-di-presentazione-delle-domande-per-la-concessione-e-l-erogazione-del-contributo

Allegato 1 - Modulo di domanda

Questo modulo, come gli altri, dovrà essere inviato via PEC. La PMI deve compilare il modulo con i propri dati societari e fornire le informazioni relative all’investimento. Inoltre la società dichiara di possedere i requisiti che la classificano come PMI e quali altre richieste di contributo ha già avviato. Nell’ultima parte sono elencati eventuali allegati (informazioni antimafia per contributi oltre i 150.000 €, attestazione di procura, dichiarazione presenza di imprese collegate).

Allegato 2 - Modulo dichiarazione ultimazione investimento

La PMI dichiara che l’investimento è avvenuto e con quali modalità, inoltre fornisce un dettaglio sulle fatture ed eventuali variazioni rispetto alla domanda.

Allegato 3 – Modulo richiesta erogazione prima quota

La PMI dichiara dove il bene è attualmente locato e fornisce i dati bancari per l’erogazione della prima quota. Gli allegati del modulo di domanda devono essere inviati nuovamente.

Allegato 4 - Dichiarazione liberatoria fornitore

Con questo modulo si dichiara che il pagamento del bene è avvenuto e che il bene è nuovo di fabbrica.

Allegato 5 – Modulo richiesta erogazione quote successive

Come allegato 3 ma senza liberatoria del fornitore.

Allegato 6 - Oneri informativi modificati

Riassunto delle differenze tra l’iter precedente e quello attuale

I consulenti di For Group saranno disponibili ad assistervi nei vari passaggi necessari per presentare la domanda e risolvere eventuali dubbi.

Ricordiamo quali sono i vincoli principali

  • Entro 60 giorni dal pagamento del bene da parte della società di Leasing deve essere comunicato l’avvenuto finanziamento (allegato 2)
  • Entro 120 giorni dall’ultimazione dell’investimento la PMI deve chiedere l’erogazione della prima quota (allegati 3 e 4)
  • Tra i 12 e i 24 mesi dalla presentazione della richiesta per la prima quota la PMI dovrà richiedere l’erogazione delle restanti quote (allegato 5)
  • In caso di nuova ubicazione o nuovo beneficiario la PMI dovrà comunicare al Mise tali variazioni

LE ALTRE AGEVOLAZIONI, UNO SGUARDO ALLA GUIDA

Il Mise al fine comunicare alle imprese quali sono le misure in atto per agevolare la crescita ha pubblicato sul proprio portale un manuale con una scheda riassuntiva per ogni agevolazione disponibile.
Le sezioni sono: sostegno alla competitività, sostegno all’innovazione, efficienza energetica, internazionalizzazione e startup innovative.
Ogni scheda espone in breve chi sono i possibili beneficiari, come funziona l’agevolazione, qual'è l’entità del contributo e quali condizioni sono necessarie per potervi accedere.

Riteniamo possa essere uno strumento utile per pianificare il vostro business e i nostri consulenti saranno disponibili a discutere con voi di quali siano le possibili azioni da compiere in materia di investimenti ed efficientamento energetico.

Questo il link
http://www.mise.gov.it/images/stories/documenti/Handbook_Agevolazioni_Mise_le_imprese_agg.pdf

Tutte le informazioni e i link presenti in questo articolo sono stati estratti dal sito web del Ministero dello sviluppo economico.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Newsletter leasing e finanziamenti veneto
 
 

Salva

Salva

Salva

Leasing consulenza For LeaseCHIEDI UNA CONSULENZA

Salva

Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookies. Gli interessati potranno richiedere la modifica, l'aggiornamento o la cancellazione dei propri dati ed in via generale esercitare i diritti di cui al D.Lgs. nr. 196/2003 inviando una e-mail a: info1@for-group.it