Quali vantaggi con Industria 4.0? Quali investimenti si faranno?

La prossima finanziaria prevede forti incentivi per le aziende che investiranno in beni strumentali nuovi e nella digitalizzazione in ottica Industria 4.0. Con questo articolo cerchiamo di fare chiarezza sui vantaggi di questo processo innovativo, nelle sue diverse declinazioni, per poi riassumere le azioni proposte dal governo a sostegno degli investimenti e che a breve dovrebbero diventare testo di legge.

Investimenti Industria 4.0 per PMILa quarta rivoluzione industriale è un processo in atto che si caratterizza per l’uso di sistemi digitali integrati all’attività manifatturiera che hanno l’obbiettivo di aumentare il valore aggiunto della produzione industriale in virtù di una capacità di rispondere in modo più efficiente alla domanda del mercato.
Secondo quanto riportato nel report ministeriale industria 4.0 “globalmente si stima che l’investimento su Internet industriale crescerà da 20 miliardi di dollari USA nel 2012 a oltre 500 miliardi nel 2020 e che il valore aggiunto crescerà da 23 miliardi di dollari a 1300 miliardi di dollari nello stesso intervallo di tempo.” (pag. 127 del Report Industria 4.0 della X Commissione Permanente).

Le applicazioni digitali infatti sono in grado di dotare le linee produttive dei seguenti vantaggi: incremento della flessibilità di produzione, miglioramento velocità di produzione e aumento della produttività. Il mutamento dei modelli di business è la conseguenza delle innovazioni legate a questa nuova modalità di intendere l’industria. In particolare sarà possibile mettere al centro del processo produttivo il consumatore, offrendogli prodotti altamente personalizzati.

Le aziende che vogliono investire tempo e risorse in questo processo innovativo dovrebbero innanzi tutto definire quali sono gli obbiettivi che porteranno i maggiori benefici e scegliere quindi le tecnologie più utili per il proprio modello di business, infatti i campi di applicazione sono molteplici.

Settori dell’industria 4.0

Settori Industria 4.0

Internet of things

Si parla di Internet of Things (IoT) quando un oggetto fisico è dotato di tecnologie capaci di registrare dati ambientali o sul proprio stato di attività e di trasmetterli in rete, così da permettere a chi gestisce tale oggetto di agire in modo tempestivo. Con questa tecnologia si stabilisce una relazione uomo-macchina più complessa e utile per le attività produttive; ad esempio sarà possibile conoscere in tempo reale, da qualunque luogo del mondo, dati operativi sullo stato di un macchinario come calore, consumi energetici ecc. Inoltre sarà possibile stabilire interazioni macchina-macchina che modificheranno il proprio comportamento in base ai dati registrati.

Big data - Cloud computing

La mole crescenti di dati raccolti e la conseguente necessità di elaborazione dei dati comporta la necessità di avere a disposizione hardware e software complessi. Solo grazie alla tecnologie cloud sarà possibile, in caso di grandi moli di dati, un’elaborazione efficace e utile ai fini dei processi decisionali relativi alla produzione. Un’azienda veneta che si occupa di Cloud è la KiteBlue e sul loro sito è possibile trovare una spiegazione dettagliata delle diverse tipologie di questa tecnologia.

Robots

I robot per la filiera industriale diventeranno capaci di leggere le situazioni e di adattarsi; l’applicazione di sensori capaci di raccogliere dati in modo sempre più simile ai sensi umani permetterà anche la risoluzione di problemi sempre più complessi. La scelta di affidare una line di produzione a dei robot per grandi società come Adidas ha significato riportare gli impianti in Germania, eleminando il problema del costo della manodopera e risparmiando anche sui costi di spedizione. Vi segnaliamo questo interessante articolo (in inglese) sullo stato dell’arte di questa tecnologie della percezione dei robot.

Realtà aumentata

La realtà aumentata permette di visualizzare elementi digitali in ambienti reali. I campi di applicazione sono svariati: museale e turistico; marketing/advertising; retail; editoria; medicale; difesa e sicurezza; gaming; entertainment; education. In campo industriale permetterà di agevolare, ad esempio, la selezione di prodotti e parti di ricambio, le attività di riparazione e in generale ogni decisione relativa al processo produttivo Nei prossimi 5 anni è previsto un notevole aumento del giro di affari. Le aziende Venete in questo settore sono diverse, ve ne segnaliamo due DrawLight e AreaVisuale.

System integration

Tra dati raccolti dalle macchine stesse, quelli inseriti dalle persone e quelli elaborati dai software verranno a configurarsi micro sistemi di dati sempre più complesse tra i diversi comparti delle aziende non solo manifatturiere. Il passaggio da un sistema di riferimento all’altro può rallentare il flusso delle informazioni oltre a rendere difficili da interpretare ai fini delle scelte imprenditoriali. In veneto la Omnys si occupa di integrazione di sistemi ma anche di software, Iot e App.

Cybersecurity

I dati che verranno raccolti per migliorare le prestazione della propria azienda e per sviluppare nuovi progetti saranno ancora più importanti per la vita del business. Prestare attenzione alla sicurezza dei propri sistemi informatici sarà una necessità crescente da tutelare sia con prassi d’uso accorte (modifica password in modo periodico, uso password complesse, ecc…) sia con l’aggiornamento delle tecnologie disponibili, sia valutando le polizze assicurativi più congeniali. Per conoscere le ultime novità in materia di cyber security vi segnaliamo questo articolo di linkiesta.it.

Additive manufacturing

Le stampanti 3D stanno vivendo un rapido processo di miglioramento tecnologico che da una parte ne riduce i costi e dall’altra ne amplia i campi di applicazioni. Ad esempio in campo medico e odontoiatrico è possibile la stampa di protesi su misura mentre in campo industriale sarà possibile la produzione di prototipi a basso costo. In Italia l’azienda leader è 3DZ.

Quali misure attuerà il governo per incentivare gli investimenti dell’industria 4.0?

agevolazioni industria 4.0 per pmiLa Manovra di Bilancio varata dal Consiglio dei Ministri è incentrata sulla riattivazione degli investimenti privati, ponendo le imprese al centro delle politiche di rilancio della crescita.

Sulla base di quanto presentato dal governo risulta prorogato il superammortamento e viene introdotta una disciplina nuova e specifica, denominata iperammortamento, per i beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0 per i quali la maggiorazione è riconosciuta nella misura del 150% del costo di acquisizione.

Per i beni immateriali strumentali (software) funzionali alla trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0 è riconosciuta la maggiorazione ordinaria del 40% del costo di acquisto; questa specifica agevolazione è riconosciuta solo ai soggetti che beneficiano dell’iperammortamento.

Per poter accedere a tali vantaggi l’impresa sarà tenuta ad acquisire una dichiarazione del legale rappresentante o nel caso gli acquisti di costo unitario superiore ad 1 milione di euro di una perizia tecnica giurata rilasciata da un perito iscritto all’albo.

Tra le modifiche introdotte alla disciplina del superammortamento è prevista purtroppo l'esclusione dei veicoli e dei mezzi di trasporto diversi da quelli utilizzati esclusivamente come beni strumentali nell’attività di impresa (auto assegnate a dipendenti e auto non assegnate).

Inoltre è stato annunciato il rifinanziamento per il 2017 e il 2018 della Sabatini ter e la Cassa Depositi e Prestiti potrà aumentare il plafond per le banche fino a 7 Miliardi.

Aspettiamo di vedere il testo definitivo della Legge di Stabilità per valutare nel dettaglio le opportunità offerte da tali misure. Intanto vi segnaliamo che il sostegno alle Pmi per il rinnovamento tecnologico e l’internazionalizzazione è offerto anche da iniziative europee come il progetto COSME.

 

Salva

Salva

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Newsletter leasing e finanziamenti veneto
 
 

Salva

Salva

Salva

Contatto Rapido

Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookies. Gli interessati potranno richiedere la modifica, l'aggiornamento o la cancellazione dei propri dati ed in via generale esercitare i diritti di cui al D.Lgs. nr. 196/2003 inviando una e-mail a: info1@for-group.it