Treviso - Tel. 0422 308607

Manovra finanziaria 2018, opportunità e considerazioni per le aziende

finanziamenti 2018Quest’anno la manovra finanziaria ha avuto un iter particolarmente lungo.

Ultimo atto di questo governo, la votazione ha risentito del clima da fine legislatura e così ogni schieramento politico ha proposto commi integrativi; il conto finale ha superato infatti il numero mille.

Per quanto riguarda gli investimenti delle imprese non ci sono grandi novità, infatti ammortamento e legge sabatini (il piano industria 4.0 nel suo complesso) ha visto cambiamenti minimi.

Le maggiori novità per le imprese arrivano dalle norme su: riduzione del cuneo fiscale per tre anni sui neoassunti under 35, web tax del 3% su transazioni digitali e obbligo della fatturazione elettronica dal luglio 2018.

Per avere un quadro completo e sintetico della manovra vi consigliamo di recuperare il Sole 24 Ore del 22 Dicembre, mentre, se preferite una spiegazione dettagliata, sul sito Fisco e Tasse è possibile acquistare l’ebook della Dott.ssa Antonella Donati

Per quanto ci riguarda nell’articolo di questo mese abbiamo selezionato i tre temi principali per capire quali potrebbero essere i trend delle imprese nel 2018.

Sabatini e super ammortamento

Nel 2017 il leasing è stato stimolato grazie agli investimenti Nuova Sabatini e alle agevolazioni sull’ammortamento che, quest’anno, vengono rinnovate con delle piccole revisioni.

Il rinnovo delle legge sabatini pareva scontato già dalla votazione in senato.

Nel dettaglio il rinnovo consiste di 330 milioni di euro per gli anni 2018 – 2023.

Le differenze rispetto allo scorso anno sono: la percentuale maggiore di fondi destinati agli interventi Industria 4.0 (il 30% del totale) e l’attivazione del credito d’imposta (del 40%) per le spese di formazione del personale dipendente nei settori tecnologici (vedi dettaglio link vecchio).

Gli ammortamenti maggiorati continuano anche nel 2018 ma con due variazioni.
La prima è la riduzione del super ammortamento dal 140% al 130%, la seconda è l’esclusione dei veicoli di cui all’articolo 164, comma 1, del Tuir, cioè le macchine delle imprese di noleggio, gli autoscuola e i veicoli adibiti ad uso pubblico.

Autocarri e mezzi pesanti beneficeranno invece dell’ammortamento al 130% anche per il 2018.

Piccola variazione anche per l’iperammortamento che vede entrare nel gruppo dei beni ammortizzabili anche i software per il dropshipping e la logistica.


Il reddito di imposta sui prestiti fintech

La legge di bilancio ha guadagnato i titoli del Sole 24 Ore per la tassazione al 26% delle piattaforme fintech.
In un periodo storico molto particolare per le istituzioni bancarie italiane, sono in molti ad essere attratti verso nuovi sistemi per accedere al credito.

Cosa sono le piattaforme peer to peer lending

Qualche hanno fa sarebbe sembrata fantascienza, ma oggi è possibile finanziare i progetti delle imprese attraverso il denaro raccolto direttamente dagli investitori.

Il social lending per le aziende che fanno fatica a trovare liquidità nel sistema bancario sta diventando un’alternativa concreta. Anche se è opportuno sottolineare che i tassi di interesse sono mediamente più altri rispetto a quelli delle banche.

Al pari di un sistema di raccolta e distribuzione di denaro le piattaforme fintech p2p lending permettono di mettere in contatto diretto investitori e imprese che richiedono un investimento per i loro progetti.

I modelli sono due il ‘diretto’, in cui è possibile scegliere i progetti in base alla descrizione e all’analisi finanziaria, e il ‘diffuso’ in cui un team di consulenti analizza le pratiche meritevoli e offre agli investitori un tasso di interesse standard.

Con oltre 150.000.000 € finanziati nel 2017 il mercato italiano ha fatto un consistente passo in avanti, anche se il confronto con il mondo anglosassone è ancora improponibile.

Il processo per chiedere un finanziamento è molto simile a quello di un crowdfunding, anche se le informazioni richieste e la loro presentazione è diversa.

Come in ogni processo di erogazione del credito vi verranno richiesti documenti fiscali e reddituali oltre ad una descrizione dell’attività e dell’investimento.

 

Ecco un elenco delle principali piattaforme italiane

https://it.lendix.com/

https://www.borsadelcredito.it/

https://prestacap.com/it/


Capitolo casa

Sulle riqualificazione energetica e la riduzione del rischio sismico arrivano bonus cumulabili, che nel caso di una riduzione di due livelli del rischio sismico arrivano fino all’85%.

L’ecobonus invece viene rivisto: vengono considerati agevolabili (con detrazioni a partire dal 50%) anche le caldaie a condensazione di classe A o superiore.

 
Considerazioni finali

Il 2018 sarà quasi sicuramente un altro anno di crescita grazie alla spinta delle agevolazioni e contributi Industria 4.0.
Il vero banco di prova di queste misure, e di questa quarta rivoluzione industriale, si avrà solo fra 3 – 4 anni, ovvero quando si potrà fare il confronto tra le aziende che hanno intrapreso fin da subito la via dell’innovazione e chi ha considerato i tempi non ancora maturi per cambiamenti strutturali.

La chiusura del bilancio 2017 potrebbe sembrare ancora lontana ma per chi lavora i mesi volano; pianificare al meglio i propri progetti fin da primi mesi dell’anno è sempre la migliore delle opzioni.

 

Strada Comunale Corti, 56/A
31100 Treviso

T. +39 0422 308607
F. +39 0422 301571

info@for-group.it
 

Salva

Salva

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Newsletter leasing e finanziamenti veneto
 
 

Salva

Salva

Salva

Leasing consulenza For LeaseCHIEDI UNA CONSULENZA

Salva

Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookies. Gli interessati potranno richiedere la modifica, l'aggiornamento o la cancellazione dei propri dati ed in via generale esercitare i diritti di cui al D.Lgs. nr. 196/2003 inviando una e-mail a: info1@for-group.it