logo for group leasing

Legge di bilancio 2021 e finanziamenti per le imprese

La legge di bilancio per il 2021 implementa le numerose disposizioni che sono state introdotte per agevolare le imprese contro la crisi generata dalla pandemia.

Il problema principale rimane la liquidità ma nonostante tutto la nostra percezione è che la maggior parte delle imprese non si lasci fermare dalle difficoltà e che la voglia di portare avanti idee, progetti e investimenti non sia mai venuta meno.

I vantaggi per le imprese

Chi si occupa della finanza aziendale dovrebbe conoscer alcune importanti ed interessanti novità della Legge di Bilancio 2021.

Riuscire a sfruttarne anche solamente una può consentire di portare avanti con maggiore serenità gli investimenti e mantenere il passo con la crescita dei propri competitor.

Ecco l’elenco dei punti principali:

Prestiti garantiti dallo stato fino a 30.000 € anche per le PMI e fino a 15 anni

Le norme straordinarie sui prestiti garantiti dallo Stato saranno estese fino al 30 giugno 2021.

Per le PMI la novità maggiore riguarda i micro-prestiti fino a 30 mila Euro con garanzia dello Stato al 100% che vedono la durata del piano di ammortamento aumentare da 10 a 15 anni.

Chi avesse già richiesto il prestito con piano di ammortamento ridotto potrà chiedere l’estensione del piano di rientro.

Aumentano anche i soggetti beneficiari, infatti sono ammesse anche: le società di agenti in attività finanziaria, le società di mediazione creditizia e le società dei periti e liquidatori indipendenti delle assicurazioni.

Viene sancito anche che il tasso di interesse applicato ai finanziamenti oggetto di richiesta di garanzia, non dovrà essere superiore allo 0,20%.

Prestiti garantiti per le Mid- Cap

Dal 1° marzo 2021 e fino al 30 giugno 2021, le mid-cap non potranno più accedere alle garanzie del Fondo, ma saranno ammesse alla garanzia SACE alle condizioni agevolate offerte dal Fondo centrale: garanzie a titolo gratuito e fino alla copertura del 90% del finanziamento, per un importo massimo garantito fino a 5 milioni di euro.

Proroga della moratoria

E’ stata prorogata la moratoria PMI fino al 30 giugno 2021 consentendo alle piccole e medie imprese di chiedere il congelamento delle rate di prestiti e mutui.

Inoltre è confermato che la richiesta di proroga non inciderà sulla centrale rischi Banca d’Italia.

Nuova Sabatini

Per il contributo sui beni strumentali “Nuova Sabatini” (articolo 2 del D.L. n. 69/2013), viene semplificato ulteriormente l’accesso alla misura. Ora per tutte le domande di contributo l’erogazione avverrà in un’unica soluzione, anche per i finanziamenti di importo superiore a 200.000 euro.

Proroga crediti d’imposta

Viene prorogato fino al 31 dicembre 2022 il credito di imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive nelle zone assistite ubicate nelle regioni del Mezzogiorno (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise).

Vengono inoltre confermati anche per gli anni 2021 e 2022:

- il bonus pubblicità nella misura unica del 50% del valore degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche online, entro il medesimo tetto di spesa pari a 50 milioni di euro annui.

- il credito d’imposta per le edicole e altri rivenditori al dettaglio di quotidiani, riviste e periodici;

- il credito d’imposta per i servizi digitali riconosciuto alle imprese editrici di quotidiani e di periodici che occupano almeno un dipendente a tempo indeterminato.

Incentivi auto bassa emissione CO2

Per rilanciare il settore dell’auto nell’ottica della sostenibilità sono stati riproposti gli incentivi per l’acquisto di auto nuove ad emissioni ridotte:

  • per auto con emissioni di CO2 da 0 a 60 g/km, il contributo è di 2.000 euro nel caso di rottamazione e di 1.000 euro senza rottamazione.
  • per auto con emissioni di CO2 superiori a 61 g/km e fino a 135 g/km, il contributo scende a 1.500 euro.

Incentivi mezzi pesanti e mezzi speciali

Fino al 30 giugno 2021 è previsto un contributo per l’acquisto di veicoli per il trasporto merci nuovi di categoria N1 (fino a 3,5 tonnellate) nonché di autoveicoli speciali di categoria M1 nuovi.

Il contributo è differenziato in base alla Massa Totale a Terra (MTT) del veicolo, all’alimentazione ed all’eventuale rottamazione di un veicolo della medesima categoria (Euro 4 o superiore), con importi che vanno da 1.200 a 8.000 euro nel caso di rottamazione, mentre in mancanza di rottamazione il contributo va da un minimo di 800 euro fino a 6.400 euro.

Bonus Transizione 4.0

Sono stati prorogati e rafforzati i crediti di imposta del Piano Nazionale Transizione 4.0 fino al 31 dicembre 2022

Si tratta nello specifico:

  • del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali (con l’inclusione dei beni immateriali “generici”)
  • del credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, in transizione ecologica, in innovazione tecnologica 4.0 e in altre attività innovative
  • del credito d’imposta per la formazione 4.0

Consulenza per pianificare gli investimenti nel 2021

I consulenti di For Group sono sempre a vostra disposizione per programmare con la vostra azienda i prossimi leasing e trovare gli strumenti migliori per rendere il 2021 un anno di rilancio.

© Copyright 2020 - For Group Srl - All Rights Reserved - SEDE LEGALE: P.zza Della Serenissima, 60 - 31033 Castelfranco V.to (TV) - P.I./C.F. 04143600262
Iscr. Rea (TV) 359650 - Iscr. Oam n. A3184
Privacy Policy - Mappa del sito
th-listclosechevron-downphoneenvelopelocation-arrow linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram